LA STORIA DI UN MARCHIO

C’ERA UNA VOLTA UN PICCOLO PAESE NEL PISANO…

Uliveto Terme è una frazione di circa 1.300 abitanti posta nel Comune di Vicopisano, in provincia di Pisa. È una località storicamente rinomata per la fonte termale di acqua bicarbonato-alcalino-ferrosa, il cui utilizzo ha permesso nel XX secolo la nascita di una fiorente industria.

Collocata nella parte più occidentale del territorio comunale, si è sviluppata nei secoli in quello stretto triangolo di terra alluvionale delimitato a sud dal fiume Arno e a nord dai Monti Bianchi, estrema propaggine meridionale dei Monti Pisani.

Il primitivo paese di Uliveto, o “Oliveto”, ha sempre fatto parte della sfera d’influenza di Pisa e del suo porto fluviale, seguendone perciò le varie vicissitudini nel corso dei secoli. Con la sconfitta pisana ad opera dei Fiorentini, nel 1406, Uliveto diventò parte del vicariato di Vicopisano, sotto la cui giurisdizione civile è rimasto fino ad oggi.

Il paese ha un suo cognome caratteristico, Taccola, posseduto da buona parte dei suoi abitanti. Comparso intorno al XV secolo, il cognome è rimasto prerogativa di Uliveto e dei paesi limitrofi fino all’inizio del Novecento. Molti emigranti hanno poi diffuso il cognome in Europa, nelle Americhe, perfino in Australia, tanto che oggi, si può affermare con certezza, che ognuno dei Taccola sparsi nel mondo ha un antenato originario di questo piccolo paese.

Nel 1868, proprio un Taccola, e precisamente Carlo Taccola, presentò, all’EsposizionePisana, un Vermouth che ottenne una menzione d’onore. La qualità del prodotto gli permise poi di varcare i confini della provincia, giungendo fino all’Esposizione Universale di Vienna del 1873[1]. Da quella scintilla nasce, proprio ad Uliveto Terme, nel 1895, la Ditta Taccola, dall’intuizione commerciale di Egidio Taccola che vide, nella navigazione del fiume Arno, una preziosa via di trasporto per i propri prodotti.

Caffè, caramelle, spezie, zucchero e liquori cominciarono da Uliveto Terme il loro viaggio. Dopo Egidio, Alberto Taccola e poi Menaldo e Vinicio Taccola hanno scelto di restare ad Uliveto, legando il proprio nome, il marchio ed i propri prodotti al paese, grazie ad una lunga tradizione familiare la cui qualità ha reso possibile toccare tre secoli di storia.

Dal 2014, la tradizione continua, grazie alla dedizione e passione di Chiara Taccola, pro-nipote di Vinicio, e Giacomo Guazzini.

Possiamo contare su quasi 30 ricette originali per la produzione e personalizzazione di molti dei liquori della tradizione italiana, al contrario della maggioranza dei grandi produttori che ha creato e consolidato soltanto uno o due prodotti di punta.

Made with love!